Altri articoli

Incentivo alle imprese per il Garanzia Giovani

garanziaL’Inps con  circolare 118 del 03/10/2014 disciplina l’incentivo per le imprese che assumono personale attraverso il progetto “Garanzia Giovani”.

Questo incentivo spetta per l’assunzione di giovani, ricompresi tra una fascia di età da 15 a 29 anni (c.d. Neet) che abbiano aderito al portale Garanzia Giovani (www.garanziagiovani.gov.it)

Le procedure di adesione vengono indicate nel portale nel quale i giovani, compilando un modulo di iscrizione, verranno contattati dai centri per l’impiego competenti per territorio. Svolta la fase del colloquio individuale al centro per l’impiego al giovane verrà attribuita una classe di “profilazione”, la quale è legata alle difficoltà del giovane, in base alle proprie competenze professionali e livelli di istruzione, di poter trovare un’occupazione nel mercato del lavoro.

Detta classe è importante, perché a questa è legato l’incentivo a cui potranno accedere le aziende nel caso di assunzione di un giovane che abbia aderito al progetto Garanzia Giovani.
L’incentivo è così disciplinato:

garanzia giovani

L’incentivo spetta sia per le assunzioni (effettuate dal 03/10/2014) a tempo determinato, di durata pari o superiore a sei mesi, sia a tempo indeterminato e per i rapporti a tempo parziale (con orario minimo pari al 60% dell’orario normale di lavoro).

L’incentivo non spetta per i rapporti di apprendistato, di lavoro domestico ed accessorio. In favore dello stesso lavoratore l’incentivo può essere riconosciuto per un solo rapporto. Nel caso di trasformazione di un primo rapporto a tempo determinato in indeterminato è possibile avere una seconda autorizzazione per lo stesso lavoratore, sempre che per il primo rapporto sia stato già autorizzato l’incentivo sopra indicato.

La fruizione dell’incentivo da parte delle aziende è subordinato  alla regolarità contributiva di queste, dall’osservanza delle norme in materia di sicurezza e tutela sul lavoro, dal rispetto dei CCNL applicati nei vari settori di appartenenza. L’incentivo non spetta nel caso l’assunzione costituisca attuazione di un obbligo preesistente o negli altri casi indicati dalla L.92/2012

L’incentivo non è cumulabile con gli altri incentivi all’assunzione, sia essi di natura economica che contributiva.
L’inoltro della domanda viene fatto attraverso i servizi telematici dell’Inps attraverso il canale per aziende, consulenti e professionisti.

Leggi articolo precedente:
Incentivo per l’assunzione di giovani lavoratori in agricoltura

Il Decreto Competività introduce uno sconto contributivo per le assunzioni di giovani in agricoltura. Vediamo i requisiti da possedere e...

Chiudi